#unaltramacchinamministrativa – Diritti e non favori, il cittadino al centro

#unaltramacchinamministrativa – Diritti e non favori, il cittadino al centro

Dove dipendenti, funzionari e dirigenti non abbiano il fiato sul collo della politica e i ruoli siano rispettati. Gli obiettivi da raggiungere ambiziosi e certi, la premialità sia legata ai risultati ottenuti e al gradimento espresso dai cittadini, come previsto per legge.

1) Un sistema informatico unico, funzionale, che risolve i problemi dei cittadini. Anche attraverso una “app” dedicata

2) Un ufficio relazioni con il pubblico aperto dalle 9 alle 18 come unico accesso per l’utenza, in grado di prendere in carico e risolvere le esigenze dalla carta d’identità alla pratica edilizia

3) Un ente in grado di fornire servizi senza passare per richieste di favori. Serviranno dirigenti, funzionari e dipendenti lineari, non “allineati” come pretenderebbe qualcuno

4) Un ente che prende “in carico” i cittadini bisognosi, li segue e li assiste senza distribuzione di fondi a pioggia ma con progetti di inserimento d’intesa con le realtà del terzo settore e utilizzando ogni possibile sistema di incentivo in cambio di servizi per la collettività

5) Avvio del progetto Orti sociali di quartiere: individuazione aree comunali da attrezzare con pozzi ed energia da fonte rinnovabile; regolamentazione e bando di assegnazione dei lotti

6) La creazione di un ufficio studi e programmazione per la partecipazione a bandi regionali, nazionali e internazionali, ma anche per la verifica puntuale e l’analisi dei dati sulla popolazione e il territorio attraverso i quali stabilire la priorità degli interventi dell’amministrazione.

7) La possibilità, nel medio-lungo periodo, di unificare le sedi comunali al posto delle scuole di via Ambrosini, dopo verifica degli spazi necessari per gli alunni del I istituto comprensivo. Nella rimodulazione degli spazi troverà collocazione anche il museo dello sbarco, citato in precedenza.

8) La creazione nell’attuale sede della polizia locale, all’interno del parco di Villa Adele, di un asilo nido pubblico, da realizzare attraverso un progetto di finanza.